5 step per ottenere il working holiday visa per lavorare in Australia

Vivere in Australia: 5 passi per ottenere il Working Holiday Visa

Cosa troverai in questo articolo

Sono sicuro, che almeno una volta nella vita, tu abbia pensato di partire per un lungo viaggio.

Dove?

Beh… questo non posso saperlo! 

Posso presupporre, però, le motivazioni che stanno dietro questa tua voglia di partire

  • Ti piacerebbe abbandonare il lavoro, per cercare un’occupazione più soddisfacente?
  • Sei forse alla ricerca di nuove avventure, poiché il luogo dove vivi inizia a “starti stretto”?
  • Vuoi viaggiare per conoscere meglio te stesso/a, in modo da poter crescere personalmente?

Insomma, potrei continuare all’infinito, le motivazioni possono essere tante ma alla fine tu e solo tu saprai: dove, quando, come e perché senti la necessità di partire per un lungo viaggio.

Ma bando alle ciance: oggi ti porterò alla scoperta di un luogo che ancora non ho visitato ma che, prima o poi, vorrò esplorare!

Prima, però, facciamo un passo indietro…

Tutto è iniziato quando mi è capitato di conoscere (proprio grazie ai miei amici Antonio e Daniela di Mindontheroad) il libro: “Le coordinate della felicità” di Gianluca Gotto.

Non voglio fare spoiler, ma essenzialmente, in questo romanzo, Gianluca racconta la sua storia, il suo percorso di vita avvenuto, inizialmente, proprio nello stesso Paese di cui voglio parlarti oggi in questo articolo.

Se hai già letto il suo libro, avrai intuito di che Paese sto parlando.

In caso contrario, ti do tre indizi:

  • Clima tropicale;
  • Onde;
  • Canguri.

Ci sei arrivato/a?

Australia, of course!

Ora che hai scoperto di quale luogo stiamo parlando, posso iniziare a illustrarti delle possibili esperienze che potrai vivere se partirai usufruendo del famoso visto: Working Holiday Visa.

Ma non perdiamo tempo e mettiamoci subito a lavoro!

Working Holiday Visa Australiano: cos’è e come si ottiene

Cos’è il Working Holiday Visa Australiano

Per comodità ti spiegherò di cosa sto parlando attraverso un semplice elenco puntato:

  • Il Working Holiday Visa è un visto temporaneo per l’Australia, che permette di studiare (per un massimo di 17 settimane) e di lavorare in Australia full time (con un limite di 6 mesi per ogni singola azienda, ma permettendoti di cambiarla una volta trascorso questo periodo di tempo);
  • Ha una durata annuale e può essere richiesto entro il 31° anno d’età (una sola volta nella vita);
  • Può essere prorogato di anno in anno, fino a un massimo di due volte (quindi tre anni in totale), ad una condizione, ossia lavorare per 88 giorni consecutivi nelle Farm in Australia durante il primo anno ed entro il termine della scadenza del primo Working Holiday Visa ottenuto.

Come si ottiene il Working Holiday Visa

Quali sono i requisiti fondamentali per richiederlo?

  • Passaporto;
  • Dati personali;
  • il tuo indirizzo di residenza in Italia;
  • Email;
  • Numero di telefono italiano;
  • Carta di credito italiana;
  • Saldo di 6000$ australiani (circa 3843€).

Questo saldo, è il “documento” più importante da tenere sottomano, poiché dal 2019, il Governo australiano, vuole assicurarsi che tutti gli expat, siano in possesso dei fondi necessari affinché non pesino sulle casse dello Stato (in teoria, questi soldi, sarebbero utili per vivere il primo periodo nel Paese e acquistare un eventuale biglietto di ritorno).

Il tutto, si può richiedere direttamente online, tramite il sito del Governo australiano, oppure, affidandosi a delle agenzie, create ad hoc, affinché, soprattutto all’inizio, si riesca ad ottenere più facilmente il visto.

In questo caso, mi permetto di consigliarti JustAustralia.

Come trovare lavoro in Australia

Trovare lavoro in Australia con il Working Holiday Visa

Bene, dopo che avrai sbrigato tutte ste faccende burocratiche, ottenuto il Working Holiday Visa Australiano e fatto il tanto atteso biglietto di sola andata verso la terra dei canguri, ti renderai conto di dover risolvere un altro problema.

E starai pensando: “Ma quale problema?”

Appena arrivato/a, sicuramente, non saprai come muoverti per trovare lavoro! Ma non ti preoccupare, tutto si può risolvere e io sono qua per questo! 😊

Nelle prossime righe ti darò i migliori consigli per non trovarti impreparato/a una volta che avrai messo piede in Australia.

Innanzitutto, avrai bisogno dei seguenti documenti:

Ora sei pronto/a per rimboccarti le maniche e iniziare la tua ricerca del lavoro!

Prima di concludere, però, voglio consigliarti una cosa: non cercare lavoro dall’Italia!

Infatti, sembrerà strano, ma molte persone pensano di trovare lavoro direttamente da casa, quando ovviamente, senza skills o ancora peggio, senza tutta la documentazione, sarà impossibile per il datore di lavoro prendere in considerazione di assumerti.

Morale?

Cercalo in loco presentandoti direttamente nelle aziende/attività locali in cui ti piacerebbe lavorare.

Preparati un buon curriculum e una lettera di presentazione (ricordarti che entrambi devono essere scritti in inglese), ed eventualmente, per facilitare il tutto, puoi pensare di utilizzare anche i principali siti di job search australiani:

Detto ciò, mi auguro di essere stato il più esaustivo possibile.

Buona fortuna! 

Le Farm: cosa sono e come possono aiutarti a rinnovare il tuo soggiorno in Australia

Lavorare nelle Farm Australiane per prolungare il Working Holiday Visa

Le Farm, per chi non lo sapesse, sono delle fattorie situate nelle zone rurali del Paese, dove i più avventurosi e amanti della natura (come me) sognano di vivere, o in questo caso, di lavorare.

Oltre a essere il requisito fondamentale affinché si possa rinnovare il visto per il secondo anno e il terzo anno consecutivo, lavorare nelle Farm in Australia è comunque un’esperienza che ti consiglio di fare se vuoi crescere, stare a stretto contatto con la natura, capire meglio la cultura dei local e avere l’opportunità di conoscere altri expat provenienti da tutto il mondo.

Consigli per trovare lavoro nelle Farm in Australia

Non iniziare negli ultimi mesi del Working Holiday Visa

Il più importante, è sicuramente quello di non iniziare questa esperienza negli ultimi mesi del primo anno di Working Holiday Visa, poiché si potrebbe incappare in svariati problemi che potrebbero precludere il tuo “soggiorno prolungato” in Australia. Così come dovrai stare attento/a se vorrai rinnovare il Working Holiday Visa anche per un terzo anno: infatti, potrai farlo solo se durante il secondo anno lavorerai nelle farm per sei mesi!

Per questo motivo, ti rimando a un articolo dove potrai capire come calcolare correttamente gli 88 giorni di Farm Australiane (nel primo anno), o se vorrai, a un video su YouTube, dove un agente dell’immigrazione, risponde ad alcune domande: inerenti a contratti lavorativi e tanto altro.

Informati al meglio sulla Farm in cui lavorerai

Un altro consiglio che mi sento di darti è di informarti al meglio sulla Farm in cui lavorerai, e qui probabilmente ti starai chiedendo: “Ma come faccio? È impossibile!”.

E qui entro in gioco io, anzi, entra in gioco la guida di JustAustralia: infatti, attraverso un investimento di circa 10€, avrai accesso ad un e-book completo con all’interno consigli, recensioni verificate ecc. riguardo centinaia di Farm sparse per tutto il territorio australiano.

Tieni a portata di mano i documenti principali

Tieni a portata di mano, i documenti principali: TFN (Tax File Number), carta di credito australiana, assistenza sanitaria, curriculum vitae e patente di guida.

Sii pronto/a a sporcarti le mani

Preparati a lavorare sodo: d’altronde, potresti ritrovarti a dover svolgere diversi tipi di mansioni (dalla raccolta dei frutti nei campi ad occuparti dei bambini, se necessario).

Divertiti

Ultimo punto, ma non per importanza: cerca di goderti al meglio questa bellissima esperienza!

Studiare in Australia: con il Working Holiday Visa si può fare!

Studiare in Australia con il Working Holiday Visa

Ebbene sì, con lo stesso visto, si può anche studiare!

Quanto?

Per comodità, te lo ricordo io: fino ad un massimo di 17 settimane.

Solitamente, per chi vuole dedicarsi completamente allo studio, esiste lo Student Visa, ma non è questo il caso; infatti, sfruttando a pieno le potenzialità del Working Holiday Visa, potrai comunque frequentare un corso d’inglese!

“So cool” dirai, e ti do ragione!

Ma quali sono i vantaggi di studiare in Australia usufruendo del Working Holiday Visa?

  • Il primo in assoluto, a parer mio, è quello del networking.

Frequentando i corsi di lingua, potrai fare amicizia e inizialmente, riuscire ad avere contatti che potrebbero rivelarsi fondamentali in ambito lavorativo;

  • Il secondo, è sicuramente quello legato alle skills.

In questo caso, un corso, ti permetterà di approfondire l’inglese, preparandoti per tempo, a superare ogni tipo di barriera linguistica; 

  • Il terzo, ma non per importanza, è l’ambiente.

Sicuramente, frequentare un corso online, senza poterti confrontare parlando ogni giorno inglese e con la “pioggia che cade a secchi”, non è il massimo.

Studiare con un clima tropicale, persone che provengono da tutto il mondo e le onde dell’oceano che ti aspettano per essere surfate, beh… capisci bene che è molto più stimolante!

Bonus: Come scegliere la migliore città per vivere in Australia

Scegliere la migliore città Australiana in cui vivere con il Working Holiday Visa

Se sei arrivato/a sin qui, complimenti! 😉 La tua motivazione di portare un cambiamento nella tua vita è forte e ho deciso di premiare la tua voglia di scoprire il mondo regalandoti altre informazioni su come sfruttare al meglio il Working Holiday Visa in Australia!

Di cosa parlerò?

Essenzialmente, del miglior modo per scegliere la città più adatta a te!

Iniziamo subito.

Lista delle migliori città Australiane

Perth

Situata nella zona del Western Australia, è conosciuta come la città più isolata e cara dell’Australia.

Il clima caldo, l’aria di relax e la facilità nel trovare un’occupazione, la rendono una delle mete più ambite dagli italiani.

Cosa vedere a Perth?

Dal Kings Park, ossia uno dei parchi più grandi al mondo, sino a Fremantle, una città portuale a circa 30 minuti da Perth, dove arte e mercatini all’aperto sono alcune delle principali attrazioni.

Ah… quasi dimenticavo!

Se adori gli animali, devi assolutamente andare a trovare dei piccoli marsupiali, che si trovano solo in questa zona, e prendono il nome di quokka.

Ti assicuro che non te ne pentirai! 😍

Darwin

Situata nello Stato del Northern Australia, è il principale punto di collegamento per chi vuole esplorare un altro meraviglioso Paese: l’Indonesia.

Darwin si caratterizza anche questa volta per la possibilità di vivere una vita giovanile: se vuoi vivere come un vero australiano devi assolutamente visitare Mindil Beach Sunset Market, uno dei più famosi mercatini dell’Australia.

Ma non è finita qua!

Infatti, la capitale è conosciuta anche per la sua multiculturalità, dove è possibile incontrare, perfettamente adattati alla cultura moderna, gli antichi indigeni australiani.

Sei una persona avventurosa? Ti piacerebbe immergerti nella natura più incontaminata?

Allora ho quello che fa per te: a circa due ore di macchina, è possibile esplorare il meraviglioso Kakadu National Park, parco nominato Patrimonio dell’Umanità in cui è possibile ammirare diverse specie animali, tra cui i coccodrilli.

Brisbane

La capitale del Queensland è caratterizzata (come la maggior parte delle città australiane) da un clima caldo e anche questa volta, da un florido mercato lavorativo, soprattutto in ambito turistico.

Non si affaccia sul mare, quindi se vuoi avere le onde australiane ai tuoi piedi, non è la meta più consigliata per te.

Questo non vuol dire che non si possano raggiungere le spiagge più belle del Paese: infatti, a solo un’ora d’auto, si può arrivare alla bellissima Moreton Bay, che si affaccia sul Moreton Island National Park (l’isola di sabbia più grande al mondo) in cui potrai rilassarti ammirando tramonti spettacolari. Stando sempre nei paraggi del Moreton Island National Park se vorrai potrai incontrare, anche questa volta, degli animali particolari: ti consiglio di lanciarti all’avventura per un po’ di snorkeling, dove non sarà raro, poter dare da mangiare ai favolosi delfini selvatici! 😍

Sydney

La capitale si trova nel territorio del New South Wales, ed è caratterizzata da un costo della vita nettamente più alto rispetto alle città precedentemente citate.

Il lavoro è sicuramente più difficile da trovare, vista la grande concorrenza: ristorazione, marketing e tecnologia sono i settori con più richiesta, quindi, se hai questo tipo di skills, parti sicuramente più avvantaggiato/a.

Tralasciando il lato lavorativo, Sidney rimane al passo con le altre metropoli ed è conosciuta per la struttura architettonica più famosa al mondo: l’Opera House (nonché Patrimonio dell’Umanità) e le sue bellissime spiagge, una tra le tante, la maestosa Bondi Beach!

Se vorrai cimentarti in attività sportive tra le onde del mare, qui avrai la possibilità di farlo! Sydney è, infatti, molto conosciuta per essere una meta ambita dagli amanti del surf e degli sport acquatici.

Non si possono non citare, oltre ad architettura e surfisti, anche il Royal National Park e quello delle Blue Mountains.

Melbourne

Capitale dello stato del Victoria, è stata nominata la città con il più bel tenore di vita al mondo (e quella con il clima più instabile).

Per questo, se vorrai assaggiare una buona pizza e sorseggiare un caffè all’italiana, non avrai problemi: d’altronde, se ha ricevuto questo premio, un motivo dovrà pur esserci 😉

Melbourne è, inoltre, caratterizzata da una grande multiculturalità. Camminando per le vie della città, non sarà strano ritrovarsi, un passo dopo l’altro, dal quartiere più lussuoso a quello più hipster, dove arte e musica la fanno da padrona.

Per quanto riguarda i lavori, anche in questo caso, potrai pensare di cercare nel settore della ristorazione, oppure, se hai delle skills specifiche, in ambito medico, ingegneristico o informatico.

Se invece sei alla ricerca di nuove avventure, sei nel posto giusto: qui potrai ammirare la Great Ocean Road, una delle strade costiere più belle al mondo, a soli 90 minuti da Melbourne e direttamente affacciata sull’Oceano Antartico, dove si ergono lungo il cammino, i famosi 12 Apostoli

Oppure, potrai pensare di spostarti a Philip Island, dove il mare con i pinguini, e la terra con i suoi koala, sono le principali attrazioni!

Adelaide

Adelaide è la “piccola” capitale dello Stato del South Australia.

È la città australiana per eccellenza per chi (come me) ama degustare degli ottimi vini, o comunque desidera frequentare i numerosi eventi culturali che vengono organizzati ogni anno, come l’Adelaide Festival o il WOMAdelaide.

Per quanto riguarda il lavoro, come ogni città australiana, la ristorazione e l’edilizia, sono sicuramente i settori con meno concorrenza; se invece ami la natura e godi di determinate skills, potrai pensare di intraprendere la strada del settore agrario.

Hai ancora voglia d’avventura?

Anche in questo caso, i luoghi non mancano: dalla Kangaroo Island, dove potrai ammirare i tipici canguri simbolo del Continente australiano; alla Eyre Peninsula, dove delfini, leoni marini e immersioni estreme con gli squali bianchi sono all’ordine del giorno.

Conclusione

Ed eccomi qua, pronto a complimentarmi con te che sei arrivato/a sin qui, ai titoli di coda!

So bene che ti ho fatto venire voglia di partire, ma ti consiglio comunque di approfondire l’argomento, leggendo la storia anticonvenzionale di Chiara Giulianini: ad oggi imprenditrice digitale in Australia!

In questo articolo, Chiara, racconta della sua vita da expat in Australia: dall’esperienza nelle Farm, sino a quando, ha intrapreso un percorso di vita da nomade digitale.

Insomma, se vuoi fare il grande passo, e volare alla volta delle bellissime terre australiane, non te lo puoi proprio perdere 😉 

Detto ciò, non posso far altro che augurarti buona fortuna.

Ci vediamo al prossimo viaggio in giro per il mondo, a presto!

Ti è piaciuto l’articolo? Se ti va, condividilo sui tuoi social! 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn